Anna Nigro

la-regina-senza-corona-cover-libro-di-anna-nigro
La Regina senza corona di Anna Nigro

Mi chiamo Anna Nigro e sono nata 44 anni fa in una cittadina inglese non lontana da Londra dove i miei genitori erano emigrati – neo sposi – nel ’68 in cerca di miglior fortuna e dove hanno vissuto per ben 11 anni lavorando entrambi e curando la famiglia che si sono formati. Avevo 3 anni quando hanno deciso di ritornare in Italia, più precisamente nel loro paese di origine, Savignano Irpino, nella verde Irpinia, dove ho vissuto fino ai 35 anni.

Attualmente vivo in Lombardia, nella Brianza, e lavoro in una azienda non molto lontana dalla zona fieristica di Rho. Mi piace leggere, camminare nei boschi tra la natura e sono una appassionata di fotografia. Colleziono elefanti, il mio animale preferito, passo molto più tempo ad ascoltare musica che a guardare la TV. Mi piacciono le arti manuali, un tempo disegnavo molto e facevo lavoretti al decoupage spesso con originali materiali di riciclo. Mi piacciono gli animali e quando vivevo al paese ho militato diversi anni in una associazione animalista. Sono molto dedita al lavoro che svolgo e amo scrivere da quando ho imparato a farlo con una certa autonomia. A scuola andavo molto bene nelle materie letterarie e filosofiche. 

 

Carpe Diem

Alla scoperta dell'autrice

Scrittrici/scrittori preferit*

Oscar Wilde, Charles Dickens, Jane Austen, Edna O’Brian, Sveva Casati Modignani.

Libri che ti hanno cambiato la vita

Il Giornalino di Gian Burrasca di Vamba perché è stato il primo che ho letto quando ero poco più di una bambina e che mi ha fatto appassionare all’idea di avere un diario segreto su cui scrivere tutto quello che ti capita nella giornata

Il Ritratto di Dorian Gray, l’unico romanzo di Oscar Wilde che per me è un capolavoro di scrittura e una storia molto affascinante ambientata in un’epoca che mi ha sempre intrigata molto.

Come sei arrivata alla scrittura

Il mio rapporto con la scrittura è costante. Tengo un diario perpetuo da sempre; scrivo ovunque e quasi tutti i giorni: su quaderni, agende scadute, blocchi per appunti. E mi piace scrivere a mano per esercitare la grafia, osservare i cambiamenti nei tratti grafici a seconda dell’umore e di ciò che ho scritto e dalla penna che ho usato. Sono una appassionata di cancelleria con la predilezione per le penne: sulle mie scrivanie ne ho una quantità spropositata e ogni giorno ne scelgo una diversa con cui scrivere.

Come funziona il tuo processo di scrittura

Non ho un metodo; spesso scrivo a fiumi il mio perpetuo dialogo con l’altra parte di me ed è così che è nato il mio racconto.

Anna-Nigro-su-Comodeeno

Sei un editore interessato al lavoro di Anna Nigro? Contattaci!

info@comodeeno.it