John McDillan

17-novelle-bizzarre-più-uno-john-mcdillan
Il primo libro della trilogia +1 di John McDillan
the-jesters-rhymes-mcdillan
Il secondo libro della trilogia +1 di John McDillan
the-xviii-mcdillan
Il terzo libro della trilogia +1 di John McDillan
clocks-john-mc-dillan
Il quarto libro della trilogia +1 di John McDillan
Il mio nome è John McDillan, fondatore di una nuova corrente letteraria italiana, conosciuta col nome di Bizzarrismo. Son nato orientativamente due/tre decenni fa, tra le note di un mese freddo, ma pieno di novità. Napoletano, son amante del teatro di Eduardo De Filippo e delle letture pirandelliane, nonché del nonsense sensato. Oltre alla scrittura, dipingo, disegno, faccio sculture (anche di cioccolato) e chissà, forse un giorno avrò tempo per imparare a suonare la mia amata chitarra lasciata lì, rinchiusa nel mio studio privato, ormai martoriata dai mille tentativi di imitare Matthew Bellamy e Dick Dale…
 

Ah, quasi dimenticavo: Amo la pizza e i Triscotti all’Unicotta… Mai assaggiati?

Il più grande nonsense per un nonsense è avere un senso...

John McDillan

Alla scoperta dell'autore

Scrittrici/scrittori preferit*

Come dicevo, leggo con piacere Pirandello, Lewis Carroll e mi lascio trasportare da innumerevoli poeti: Ungaretti, Palazzeschi e tanti altri…

Libro che ti ha cambiato la vita

Potrebbe sembrare strano, perché credo che la maggioranza si aspetterebbe che io indicassi un titolo attuale, o quanto meno conosciuto commercialmente o scolasticamente…
Ma per me, il libro di Apocalisse contenuto nelle Sacre Scritture è magnifico: Sia per come è strutturato, sia per com’è concepito e anche per quello che velatamente dichiara…

Come sei arrivato alla scrittura

Mi ha spinto la pura libertà d’espressione che la scrittura ti permette di avere: Prima, immagazzinavo la mia creatività in dei disegni che poi pian piano trasformavo in delle specie di graphic novel (ovviamente del tutto amatoriali). Nonostante tutto, sentivo sempre una specie di freno che avvinghiava la mia creatività, delle vere e proprie briglie legate alla mia scalpitante immaginazione… 

Ad esempio, in una delle mie opere descrivo un colore sconosciuto all’occhio umano, che non si avvicina nemmeno lontanamente ad una colorazione già esistente, ovvero il color Kriola… 

Non so come sarei riuscito a trasmettere le stesse sensazioni e percezioni senza il potente ausilio della scrittura: A mio parere, con essa l’immaginazione dello scrittore e del lettore si fonde in un tutt’uno, facendo nascere qualcosa di molto più soddisfacente e visionario, a seconda della capacità di creare immagini mentali sia dell’uno che dell’altro… 

Come funziona il tuo processo di scrittura

Sono un Bizzarro e non sempre ho una tabella di marcia ben definita: Io archivio in me delle sensazioni, macino emozioni ed elaboro pian piano dei concetti ampli per poi semplificarli nel tempo.

Faccio tutto a mente, al massimo prendendo qualche appunto qua e là… Poi, una volta satollo di novità, ho bisogno di un foglio bianco o di una tastiera e tutto va da sé…
L’idea parte dal cuore e sale al cervello, evolvendosi in pensieri che poi scendono dirompenti sulle mie dita… Lettera per lettera, pensiero per pensiero, idea per idea.
So che molti scrittori professionisti non la pensano come me ed aboliscono o sconsigliano la “scrittura di getto”, ma non mi azzarderei mai ad imporre questo metodo come “il metodo giusto”. È semplicemente il mio metodo, a cui affido l’intera struttura del Bizzarrismo…

Perché sei atterrato sul Comodeeno

Oh, ma Comodeeno è un’iniziativa magnifica! A star rinchiuso in degli scatoloni Amazon mi son stufato: Cari lettori, ambisco ai vostri “comodini”, magari accanto ad una cioccolata calda e qualche biscotto di pasta frolla fatto in casa… 

 

Sei un editore interessato al lavoro di John McDillan? Contattaci!

info@comodeeno.it